Una vita in barca

Raccontiamo la storia di due navigatori particolari, Elisabetta (Lizzi) Eordegh e Carlo Auriemma, una coppia che ha deciso d fare della barca la loro casa e del navigare un momento di impegno ecologista.

L’equipaggio della Barca Pulita (questo è il nome della barca, nomen omen) è composto per la maggior parte del tempo da loro soli Elisabetta (Lizzi) Eordegh e Carlo Auriemma. Dal 1988 navigano intorno al mondo. Hanno cominciato, per caso, decidendo di prendersi un periodo di sabbatico dal lavoro normale che facevano. Volevano solo andare a fare il giro del mondo in barca a vela, pensando di impiegare due anni e poi di tornare a fare il lavoro di prima.

La loro barca, è una goletta di 15.5 metri in ferro, interamente realizzata e attrezzata in Italia. A bordo di Barca Pulita si sperimentano nuove attrezzature per la conversione pulita dell’energia, come i moduli fotovoltaici realizzati per la prima volta in strisce lunghe e flessibili in modo da poter essere posizionati direttamente sull’albero di una barca. Nel corso del viaggio è stato sperimentato il prototipo di un generatore eolico e sono state testate le pi recenti formulazioni di pitture antivegetative ecologiche del tutto prive di veleni, e la barca, in generale, stata rivestita con vernici speciali non tossiche.

Chi vuole conoscere più approfonditamente la loro storia e le loro esperienze può leggere uno dei loro libri o visitare il sto http://www.travellersociety.it.

Lascia un commento

Chiudi il menu